Pubblicato il

Come aggiungere il colore CutContour per indicare il taglio in sK1

sK1 è un programma di grafica vettoriale completamente gratuito ed open source. È ancora un po’ acerbo, con molte (troppe?) funzioni ancora non disponibili, ma la parte di gestione dei colori è fatta molto bene: non solo gestisce la quadricromia, ma anche le tinte piatte/colori spot! Questo lo rende uno strumento indispensabile per gli utenti Linux per impostare una curva vettoriale come profilo di taglio sugli adesivi, che poi potete stampare e tagliare con le vostre forme sul nostro sito!

Al momento in sK1 non è presente una finestra per modificare la palette colori e poter aggiungere un colore personalizzato: va creata in altri programmi e poi importato. Abbiamo quindi usato con CorelDRAW una tavolozza colore per sK1; è possibile scaricarla qui:

Dentro le preferenze, si seleziona Palette, poi si importa il file:

Una volta importato, si può selezionarlo nella barra delle palette:

Abbiamo inserito tre colori in più rispetto alla già completa tavolozza inclusa in sK1:

  • CutContour, un “verde” speciale che indica al nostro plotter di tagliare il vostro adesivo seguendo la forma vettoriale. È possibile variare il colore visualizzato a schermo modificando il file XML
  • Nero pieno, un nero più “nero”, dove vengono usati anche tutti gli altri colori
  • Blu, in quanto il “blu” inserito di default in sK1 (e in praticamente tutti gli altri programmi di grafica vettoriale esistenti) viene stampato con una tonalità violacea, non il “blu” che ci si aspetterebbe

Ad esempio, per lo studio di tatuaggi Midori Ink è stato facilissimo aggiungere il profilo di taglio al disegno che hanno realizzato:

E quindi il nostro plotter ha potuto fare il taglio seguendo la forma esagonale, in questo caso sull’adesivo in Poliestere Oro lucido con stampa in verde opaco:

In conclusione: sK1 ha ancora tanta strada da fare per essere un concorrente valido ad Adobe Illustrator o CorelDRAW, ma è l’unico programma di grafica vettoriale gratuito che esiste che permette l’impostazione di colori spot (tinte piatte). Dal mio punto di vista di grafico, come programma ha troppe carenze per poterlo utilizzare quotidianamente, ma se c’è da fare qualche grafica semplice una volta ogni tanto, il prezzo richiesto (0 €) è semplicemente imbattibile.

Pubblicato il

Libro: Imparo l’arte della grafica

Tutti noi conosciamo Robin Williams, non tutti però conosciamo questa Robin Williams: è un’insegnante/designer/scrittrice americana che ha scritto oltre 70 libri. Ma in italiano, di questi, è stato tradotto solo “The Non-Designer’s Design Book” (Il libro del Design per i non-designer”) – che sarebbe il libro oggetto di questa recensione. Il titolo originale è decisamente meno banale di “Imparo l’arte della grafica”, ma probabilmente è stato fatto per farlo “quadrare” con gli altri libri della serie, “Imparo a disegnare” e “Imparo a fotografare“, che sono di autori diversi.

Il libro comincia con un aneddoto: l’autrice, dopo aver ricevuto in regalo un manuale per riconoscere gli alberi, riconosce subito un’albero particolare, dalla forma tozza e con le foglie molto piccole. Quest’albero era stato piantato in tutto il vicinato e lei non ci aveva mai fatto caso! Questo perché, una volta che si sanno distinguere le cose, si iniziano a notare i dettagli.

La prima parte mostra le differenze di impaginazione del testo: che differenza c’è tra “professionale” e “amatoriale”, come la scelta dei caratteri influenzi la leggibilità del testo.

La seconda parte mostra i vari abbinamenti di colore e come utilizzarli per ottenere un buon effetto cromatico. L’unico difetto di questo capitolo è che la differenza tra quadricromia (CMYK) e tricromia (RGB) è spiegata velocemente in sole due pagine. Per un principiante, questo è un punto fondamentale, è importante far capire che le stampanti non possono riprodurre tutti i colori dello spettro visivo, e se creo un file con un verde fluorescente, non sarà possibile stamparlo, e il risultato sarà completamente diverso da quello che vedevo sullo schermo. (A meno che non si faccia una stampa con colori Pantone, ma questo richiede tirature e costi molto elevati).

Il terzo capitolo invece dà idee ed esercizi per far pratica.

Il quarto capitolo è la parte più corposa: i caratteri. Questa parte è spiegata benissimo. La crenatura, gli spazi, i tipi di caratteri, che cosa si intende per “serif”, “sans serif”. Il libro mette tantissima enfasi sulla scelta dei caratteri, infatti per ogni singolo esempio, nella didascalia sono specificati i caratteri utilizzati: se qualcosa ci piace, possiamo subito creare qualcosa di simile!

Purtroppo, secondo me, manca una “quinta” parte, dove si spiega l’importanza dell’abbondanza per i tagli a vivo: sono tantissimi i file che riceviamo per la stampa che mancano di questo, quindi poi al momento del taglio possono esserci antiestetiche linee bianche, oppure il testo viene posizionato troppo vicino al margine.

Comunque, ritengo che questo sia un’ottimo libro, che consiglio a chi si sta avvicinando al mondo del design e dell’impaginazione grafica.

Imparo l’Arte della Grafica

di Robin Williams

240 pagine, rilegatura a brossura

Prezzo: € 16,90

Acquista:

Recensione video:

Pubblicato il

Ritiro presso un ufficio postale

È possibile ordinare le cover e ritirarle presso un ufficio postale. Perfetto se non si è a casa durante il giorno, o se si vuole fare una sorpresa. Questa opzione è disponibile per le spedizioni con corriere tracciato. Basta inserire nelle note dell’ordine il nome o l’indirizzo (anche approssimativo) dell’ufficio postale.

Se per esempio voglio ritirare un ordine presso l’ufficio postale di Via Francoforte sull’Oder a Scandicci, è sufficiente scrivere nelle note dell’ordine “ritiro presso l’ufficio postale di via Francoforte sull’Oder” e scegliere la spedizione con corriere tracciato. Il nome del destinatario deve corrispondere alla persona che effettuerà il ritiro, ed è necessario fornire anche un numero telefonico, che sarà comunicato all’ufficio postale.

Pubblicato il

Nuovi modelli in arrivo!

Sono arrivati nella nostra sede nuovi modelli di cover, per quaranta smartphone diversi!

Li aggiungeremo nei prossimi giorni via via che il fotografo farà le foto nella softbox.

Inoltre, nelle scorse settimane abbiamo sviluppato un nuovo metodo per applicare una finitura opaca sulle stampe delle cover: per ora è possibile chiederlo manualmente nelle note d’ordine, ma nei prossimi giorni sarà attivata come opzione in fase di acquisto 😉

Pubblicato il

Siamo aperti!

Da qualche tempo offrivamo il servizio di stampa presso il nostro punto vendita; abbiamo aperto quindi questo sito per mostrare a tutti i vari modelli disponibili.

Man mano che passano i giorni, inseriamo nuovi modelli. Per festeggiare i “lavori in corso”, fino al 30 marzo effettuiamo uno sconto pazzesco: tutte le cover ad un prezzo super speciale, con spedizione gratuita!